NLPNOW – Il Meta Modello

English Version   Türkçe versiyonu


Noi parliamo alle persone, comunichiamo, usando parole, gesti, movimenti del corpo, movimenti degli occhi, tonalità; è il modo in cui ci capiamo l’un l’altro, trasmettiamo e acquisiamo le informazioni. È’ una completa esperienza del corpo. Usiamo il linguaggio per esprimere i nostri pensieri e le nostre esperienze.

Abbiamo visto nell’articolo “NLPNOW – La Mappa non è il Territorio” il modello di acquisizione delle informazioni di George Miller 7 +/- 2 e nell’articolo “NLP Now – Struttura Superficiale Struttura Profonda” che la mente umana cancella, distorce e generalizza le informazioni, mentre assorbiamo o introduciamo informazioni e mentre comunichiamo i nostri pensieri ed esperienze alle altre persone.

Surface Structure =’s Struttura superficiale

Deep Structure =’s Struttura profonda

Sono state le osservazioni e gli apprendimenti di Richard Bandler e John Grinder, i co-fondatori della PNL, da Milton H Erickson, Virginia Satir e altri, che li aiutarono a comprendere il linguaggio, le regole che usiamo, la grammatica linguistica e transformazionale, che generarono il Meta Modello e portarono al libro del 1975 “La Struttura della Magia”.

Il Meta Modello ci dà la struttura per notare cosa manca dalla nostra comprensione del mondo o da quella delle altre persone e ci dà le domande che aiutano noi o loro a recuperare queste informazioni mancanti. 

Quando vediamo qualcosa (V – visivo), ci sono miliardi di pezzi di informazioni che ci bombardano in ogni momento. Leggendo questo articolo, ci sono le parole sullo schermo o sul foglio se hai stampato l’articolo. Ugualmente le parole che hai già letto, le parole che ancora devi leggere, l’area intorno all’articolo, i muri della stanza, il pavimento, il soffitto, i colori, tutti gli elementi sul tavolo; questi stanno ancora venendo assorbiti nel tuo cervello, sebbene tu non ti renda consapevolmente conto di tutte queste cose.

Tu cancelli queste cose dalla tua consapevolezza.

Mentre stai leggendo questo articolo, ci sono suoni (A- auditivo) intorno, forse suoni di macchine, traffico, il suono del frigorifero in cucina, i suoni dell’orologio. Molti di questi suoni sono cancellati dalla nostra consapevolezza, sebbene vengano assorbiti all’interno della nostra mente.

Ci sono odori (O – olfattivo) nella stanza o nello spazio che stai occupando, forse la cera che qualcuno usa per pulire, forse il profumo del pranzo che viene cucinato. Tu non sei consapevole di questi finché non vengono citati.

I sapori (G – gustativo) nella tua bocca, finché io non li ho citati, forse non ne eri consapevole.

Ugualmente per i tuoi piedi sul pavimento (K – cinestetico). Finché io non ho citato la sensazione, uno supporrebbe che non ci sia alcuna conoscenza consapevole di ciò. I capelli sulla tua testa. Sei ora consapevole dei capelli?

Noi cancelliamo molte informazioni o dettagli mentre acquisiamo informazioni. Sebbene a un livello non consapevole queste informazioni vengano assorbite, il nostro mondo consapevole è privato di queste informazioni.

Il lavoro di un Practitioner di PNL è aiutare i clienti ad arricchire il loro mondo con queste informazioni mancanti, ad andare alla struttura profonda, a fare un chunk down per acquisire conoscenza e comprensione. Questo sarebbe necessario e appropriato.

Quando una persona o un cliente comunicano informazioni, loro (e noi) cancellano anche informazioni. Per esempio:-

Colin ha letto un libro.

Ci sono molte informazioni mancanti: quale Colin, dove ha letto il libro, che libro ha letto, quanto velocemente ha letto, lui ha Fotoletto il libro?

Ancora, il lavoro di un Practitioner di PNL è acquisire o recuperare queste informazioni cosicché noi o il cliente abbiamo una migliore comprensione di cosa viene detto.

Quando il cliente o noi riceviamo queste informazioni, dobbiamo andare in una Ricerca Transderivazionale, andare nelle nostre esperienze passate per dare un senso, per avere una comprensione di cosa è stato detto; e spesso distorciamo questa informazione originale per far quadrare il nostro mondo, la nostra comprensione.

Considera l’affermazione seguente:

Lei mi ha colpito.

Che cosa capisci? Tu raggiungi una comprensione di cosa si voglia dire con questa affermazione.

La comprensione che ne risulta probabilmente diventa la verità per come tu la comprendi; noi quindi generalizziamo questa convinzione come fosse la verità, e non lo è, poiché ci sono molte informazioni mancanti, come quanto forte lei mi ha colpito, con cosa mi ha colpito e dove mi ha colpito.

Usando il Meta Modello, noi possiamo fare un chunk down, andiamo nella struttura profonda, recuperiamo le informazioni mancanti per ottenere un’immagine piena, una piena comprensione.

Articoli che indagano i modelli linguistici usati nel Meta Modello. Clicca qui.


Ringraziamento speciale a Chiara Pozzoll per questa traduzione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *